Disturbo borderline di personalità

Il disturbo borderline di personalità è una condizione psicologica che influisce sul pensiero e sui rapporti con sé stessi e con gli altri. Causa infatti problemi nella vita quotidiana. Comporta relazioni intense e / o instabili, immagine di sé distorta, incoerenza, impulsività, emozioni e comportamenti estremi.

Con un disturbo borderline di personalità, hai una intensa paura dell’abbandono o dell’instabilità. Potresti avere difficoltà a tollerare di rimanere solo. Eppure, rabbia inappropriata, impulsività e frequenti sbalzi d’umore possono allontanare gli altri, anche se desideri relazioni amorevoli e durature.

Il disturbo borderline di personalità inizia di solito nella prima età adulta. La condizione sembra migliorare con l’età.

Se hai un disturbo di personalità borderline, non scoraggiarti. Molte persone con questo disturbo migliorano nel tempo con le cure e possono imparare a vivere una vita felice.

Coltiva il benessere ogni giorno, è facile: seguici su Facebook.


Indice

 

Cause

Come per altri disturbi mentali, le cause del disturbo borderline di personalità non sono ben chiare. Oltre ai fattori ambientali – come una storia di abuso o di abbandono nell’infanzia – le possibili cause del disturbo di personalità borderline sono:

  • Ereditarie e storia familiare. Alcuni studi suggeriscono che i disturbi di personalità possono essere ereditati o associati ad altre malattie mentali dei familiari
  • Anomalie cerebrali. Alcune ricerche hanno mostrato modifiche in certe aree celebrali coinvolte nelle emozioni, nell’impulsività e nell’aggressività. Inoltre, alcune sostanze chimiche del cervello che regolano l’umore, come la serotonina, potrebbero non funzionare bene

 

Fattori di rischio del disturbo borderline di personalità

Alcuni fattori possono aumentare il rischio di sviluppare il disturbo borderline di personalità. Questi includono:

  • Fattori ereditari. Potresti avere un rischio più elevato se un parente stretto – tua madre, padre, fratello o sorella – ha lo stesso disturbo o uno simile
  • Infanzia difficile. Molte persone con il disturbo riferiscono di essere state abusate, con maltrattamenti fisici o trascurate durante l’infanzia. Alcune persone hanno perso o sono state separate da un genitore. O i genitori abusavano di sostanze o avevano altri problemi mentali. Altre persone hanno avuto conflitti ostili e relazioni familiari instabili

disturbo borderline di personalità sintomi

Disturbo borderline sintomi

Il disturbo borderline della personalità influisce su come vedi te stesso e gli altri, su come ti relazioni e come ti comporti.

I sintomi possono includere:

  • Intenso timore dell’abbandono. Ciò comporta anche misure estreme per evitare la separazione o il rifiuto (reali o immaginati)
  • Relazioni interpersonali intense e instabili. Nel gergo tecnico si parla anche di scissione: valutazioni sempre estreme, come idealizzare qualcuno e poi, al contrario, credere che la persona non ti consideri o sia crudele
  • Continui cambiamenti dell’identità personale e dell’immagine di sé. Significa cambiare obiettivi, comportamenti e valori, vedersi cattivi, comportarsi male ed essere comunque tranquilli
  • Periodi di paranoia e perdita di contatto con la realtà. Dura da pochi minuti a poche ore
  • Comportamento impulsivo e rischioso (in almeno due aree della vita). Come gioco d’azzardo, guida spericolata, rapporti non protetti, spese azzardate, abbuffate o abuso di droghe o alcol, auto-sabotaggio (abbandonando un buon lavoro o una bella relazione ad esempio)
  • Minacce suicide o autolesionismo. Spesso in risposta al timore abbandonico o al rifiuto, quindi una persona borderline avrà sintomi fisici come tagli o lesioni
  • Sbalzi d’umore. Che durano da poche ore ad alcuni giorni, includono intensa felicità, irritabilità, vergogna o ansia
  • Senso di vuoto continuo
  • Rabbia inappropriata e intensa. Perdere la calma, essere sarcastici o scontrosi o fare a botte

 

Diagnosi del disturbo borderline nel DSM-V

Secondo la quinta edizione del Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-V), una persona deve soddisfare almeno 5 dei 9 sintomi (criteri diagnostici) per ricevere una diagnosi di disturbo borderline.

Il DSM-5 definisce le caratteristiche principali del borderline come un modello pervasivo di instabilità nelle relazioni interpersonali, nell’immagine di sé e nell’affetto, oltre a comportamenti impulsivi. Quindi questi aspetti pervadono la personalità dell’individuo e non sono invece episodi staccati.

 

Quando vedere un dottore

Parla con il medico o uno psicologo se pensi di avere uno qualsiasi dei sintomi elencati.

 

Se hai pensieri suicidari

Se hai fantasie o pensi di farti del male, o hai pensieri suicidi, chiedi subito aiuto:

  • Chiama subito il 118 o il 112
  • Chiama una linea anti-suicidio. In Italia puoi chiamare il Telefono Amico al numero 199 284 284
  • Chiama il tuo medico o il tuo psicologo
  • Contatta una persona cara, un amico intimo o un collega fidato

Se noti sintomi in un familiare o un amico, consiglia un medico o uno psicologo. Ma non puoi costringerlo a cercare aiuto. Se la relazione ti causasse uno stress, potresti trovare utile per te stesso vedere un terapeuta.

 

Sintomi fisici del disturbo borderline di personalità

Alcune persone con disturbo borderline di personalità hanno sintomi fisici comuni. È comunque da sottolineare che questi sintomi sono aspecifici. Significa che sono comuni a varie malattie. Quindi, avere solo questi sintomi non significa sempre che hai un disturbo borderline di personalità.

Se hai un disturbo borderline, i sintomi fisici che potresti avere sono:

  • Eczema ed eruzioni cutanee
  • Affaticamento
  • Iperattività
  • Problemi digestivi
  • Dolori muscolari e articolari

Coltiva il benessere ogni giorno, è facile: seguici su Facebook.


 

Complicazioni

Il disturbo di personalità borderline può danneggiare molte sfere della tua vita. Può rovinare le relazioni intime, il lavoro, la scuola, le attività sociali e l’immagine di sé, influendo in:

  • Perdite del lavoro ripetute
  • Abbandono degli studi
  • Problemi legali, come il carcere
  • Relazioni piene di conflitti, stress coniugale o divorzi
  • Autolesionismo, come tagliarsi
  • Gravidanza non pianificata, malattie a trasmissione sessuale, incidenti d’auto e scontri fisici a causa di comportamenti impulsivi e rischiosi
  • Suicidio, tentato o compiuto

Inoltre, potresti avere altri disturbi mentali, come:

Vedi le altre comorbilità con altri disturbi.

 

Diagnosi

I disturbi della personalità, compreso il disturbo borderline di personalità, sono diagnosticati sulla base di:

  • Colloquio dettagliato con il medico o lo psicologo
  • Valutazione psicologica, che può includere questionari/test
  • Storia medica
  • Raccolta dei sintomi

La diagnosi di disturbo borderline di personalità di solito si effettua negli adulti, non in bambini o adolescenti. Perché i sintomi di disturbo borderline di personalità possono scomparire con l’età, quando la personalità è formata.

 

Test e questionari

Il tuo psichiatra o psicologo può usare un test per agevolare la diagnosi del disturbo. I test più utilizzati per i disturbi di personalità sono:

  • Minnesota Multiphasic Personality Inventory (MMPI). Valuta vari aspetti della personalità, sociali e del comportamento. Contiene 567 affermazioni (item) a cui rispondere in scala vero – falso
  • Test di Rorschach. Famoso test delle macchie d’inchiostro, è un test proiettivo

 

Diagnosi differenziale del disturbo borderline

Il disturbo borderline può essere confuso con altri disturbi. Il tuo dottore dovrà fare una diagnosi differenziale con:

Disturbo Aspetti in comune Diversità
Disturbo depressivo e distimia Senso di vuoto, solitudine, rischio suicidio No rabbia e impulsività, no senso di dipendenza, no rassegnazione
Disturbo bipolare Sbalzi d’umore Cambi di umore rapidi nel borderline, lenti nel bipolare
Disturbo post traumatico da stress (PTSD) Paura, ansia, rabbia No evento traumatico nel borderline
Dipendente di personalità Timore abbandonico Il borderline si sottomette controvoglia
Istrionico Ricerca di attenzioni L’istrionico ricerca compagnia in modo seduttivo
Narcisistico di personalità Sensibili alle critiche Il narcisistico ha senso di superiorità fisso
Antisociale di personalità Comportamenti antisociali Il borderline ha senso di colpa e rimorso, l’antisociale può non avere emozioni
Schizotipico di personalità Distorsioni cognitive, sintomi semi-psicotici, timore abbandonico, emotività instabile Nello schizotipico gli aspetti semi-psicotici sono più accentuati
Disturbi dell’alimentazione e disturbo da abuso di sostanze psicoattive Possono coesistere o essere disturbi a sé (quindi senza BDP)

 

Comorbilità

Il disturbo borderline può presentarsi insieme ad altri disturbi: (solo cambiare ordine)

 

Terapia per il disturbo borderline di personalità

Per il disturbo borderline di personalità è spesso indicata la psicoterapia. In aggiunta sono utili i farmaci. Il medico può anche raccomandare il ricovero in caso di gravi crisi.

La terapia può insegnare a gestire i sintomi.

Bisogna anche curare qualsiasi altro disturbo di salute mentale che spesso compare con il disturbo borderline, come depressione o alcolismo. Con le cure, puoi sentirti a tuo agio e vivere una vita gratificante.

 

Psicoterapia

La psicoterapia è la terapia elettiva per il disturbo borderline di personalità. Il terapeuta può adattare la terapia alle tue esigenze. Gli obiettivi della psicoterapia sono di aiutarti a:

  • Concentrati sui tuoi punti di forza
  • Impara a gestire le emozioni negative
  • Riconoscere i sentimenti piuttosto che agire, per ridurre l’impulsività
  • Migliorare i rapporti essendo consapevole dei tuoi e altrui sentimenti
  • Conoscere il disturbo di personalità borderline

I tipi di psicoterapia valutati come efficaci includono:

  • Terapia cognitivo-comportamentale. Unisce tecniche delle terapie cognitive e comportamentali. Comprende diverse terapie, alcune spesso usate per il disturbo borderline, ad esempio:
    • Terapia dialettico comportamentale (TDC). Il TDC include una terapia individuale e di gruppo. Nasce proprio per il disturbo borderline di personalità. La TCD usa un approccio sulle competenze per insegnarti a gestire le tue emozioni, il disagio e le relazioni
    • Schema therapy. La schema therapy può essere individuale o di gruppo. Aiuta a identificare i bisogni insoddisfatti che causano stili di vita negativi. Questi, in qualche momento potrebbero essere stati utili, ma da adulto sono danneggiano molte aree della tua vita. La terapia aiuta a soddisfare i propri bisogni in modo sano per promuovere stili di vita positivi
    • Trattamento basato sulla mentalizzazione (TBM). Integra anche aspetti della terapia psicodinamica, il TBM aiuta a regolare i sentimenti e le reazioni
  • Terapia con modello STEPPS. Dura circa 20 settimane e coinvolge membri della famiglia, operatori sanitari, amici o altre persone importanti. STEPPS è usato in aggiunta ad altri tipi di psicoterapia
  • Psicoterapia focalizzata sul transfert (TFP). È una psicoterapia psicodinamica che aiuta a comprendere le proprie emozioni e difficoltà interpersonali sviluppando la relazione tra te e il tuo terapeuta. Quindi applicherai questi schemi relazionali ad altre situazioni

 

Farmaci

Alcuni medicinali aiutano a migliorare i sintomi o i problemi concomitanti come depressione, aggressività o ansia.

I farmaci utili sono antidepressivi, antipsicotici o stabilizzatori dell’umore.

Chiedi al medico un parere e i benefici e gli effetti collaterali dei farmaci.

 

Ricovero

A volte, potrebbe servire un trattamento più intenso in ospedale o clinica psichiatrica. Il ricovero può anche proteggere dall’autolesionismo o da pensieri o comportamenti suicidari.

 

Il recupero richiede tempo

Imparare a gestire i propri pensieri, le emozioni e azioni richiede tempo. La maggior parte delle persone migliora tanto. Alcuni sintomi di disturbo borderline possono riaffiorare. Potresti avere momenti in cui i sintomi sono leggeri o peggiori. Ma la cura migliora la tua capacità di vivere e ti aiuta a stare meglio con te stesso.

Avrai più possibilità di successo se consulti uno specialista esperto in disturbo borderline.
Coltiva il benessere ogni giorno, è facile: seguici su Facebook.

 

Strategie di coping e supporto

I sintomi associati al disturbo borderline di personalità possono essere stressanti per te e per chi ti è vicino. Potresti sentirti come se i tuoi pensieri, emozioni e comportamenti siano autodistruttivi o dannosi. Puoi non sentirti in grado di gestirli.

Oltre a ricevere cure specialistiche, può aiutare a gestire tue condizioni:

  • Conoscere il disturbo in modo che tu capisca le sue cause e le terapie
  • Sapere cosa può scatenare rabbia o impulsività
  • Chiedere aiuto specialistico e attenersi alle cure – frequentare tutte le sedute di terapia e prendere farmaci come indicato
  • Chiedere al tuo specialista cosa fare la prossima volta che hai una crisi
  • Curare i problemi correlati, come l’abuso di sostanze
  • Coinvolgi i tuoi cari nelle cure per aiutarli a capirti e sostenerti
  • Non farti idee sbagliate su ciò che le persone sentono o pensano di te
  • Conosci altri con il disturbo per condividere idee ed esperienze
  • Segui uno stile di vita sano: fai una dieta sana, fai sport e impegnati in attività sociali
  • Non incolpare te stesso per il disturbo, il tuo compito è quello di fare una cura

 

Terapia per i caregiver e familiaridella persona con disturbo borderline di personalità

Anche chi vive a contatto di persone con disturbo borderline può aver bisogno della terapia. Avere un parente o amare una persona borderline può essere stressante, e i familiari possono agire in modo da peggiorare i sintomi della persona amata.

Alcune terapie considerano anche familiari, assistenti o persone care al malato. Terapia familiare e parent training sono alcuni esempi.

Questo tipo di terapie aiutano i cari a capire meglio e supportare la persona con disturbo borderline

Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche, alcuni studi consigliano l’inclusione dei cari nella terapia.

 

Suggerimenti per la famiglia e gli operatori sanitari

Per aiutare un amico o un parente con il disturbo:

  • Scopri i disturbi mentali, compreso il disturbo borderline di personalità: puoi capire cosa sta vivendo la persona con il disturbo
  • Chiedi informazioni sulla terapia familiare
  • Valuta di consultare anche per te stesso un terapeuta. Non dovrebbe essere lo stesso terapeuta che vede il tuo caro con disturbo borderline di personalità

 

Qual è la prognosi per le persone con disturbo borderline di personalità? Si guarisce?

La prognosi per le persone con disturbo borderline varia. Sebbene possa essere un problema permanente, le persone con questo disturbo possono migliorare. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, la ripresa è lenta e difficile.

Con l’aiuto, alcune persone sono in grado di migliorare e condurre un lavoro gratificante e una vita sociale piena. Altri sono riluttanti o incapaci di seguire la terapia: non sarà facile dirsi guarito.

Per ragioni sconosciute, tuttavia, questo disturbo tende ad “appianarsi” nella mezza età, e le persone con disturbo borderline spesso iniziano a migliorare dai 35-40 anni.

Scrivi un Commento